Hotel Marketing Vision: Kotler e Best Western per gli albergatori

Una serata di formazione, innovazione ed emozione.

Così si può sintetizzare Hotel Marketing Vision il talk che Best Western ha organizzato chiamando Philip Kotler, maestro del marketing moderno, instancabile studioso e innovatore in materia di management.

Oltre cento gli ospiti presenti tra stampa, blogger, imprenditori alberghieri e molti manager che si sono formati studiando le teorie di Kotler.

Giovanna Manzi, CEO di Best Western Italia, ha presentato il Professor Kotler agli ospiti che, entusiasticamente, hanno accolto l’invito a quello che si è poi rivelato più di uno speech e più di una lezione teorica di marketing.

Philip Kotler ha infatti colto pienamente le esigenze del pubblico di albergatori e operatori dell’ospitalità, traducendo la sua filosofia nel linguaggio di chi si occupa di ricettività.

Perfettamente adeguate al mercato dell’hospitality le sue suggestioni. L’experience in hotel è l’opportunità di coltivare la relazione diretta con il cliente, aspetto tipico del mercato dell’hospitality  sempre più raro nella transazione di servizi o acquisti in altri ambiti. Il privilegio di incontrare l’ospite/cliente è sempre più esclusivo e come tale deve essere valorizzato.

La fidelizzazione continua a rappresentare una grande opportunità per le compagnie: l’ospite trova enorme gratificazione nel riconoscimento e si fida dei brand che gli assicurano continuità. In una fase storica incerta, è determinante la centralità del marketing e dei CMO gli unici a potere e dovere assicurare visione e strategia alle aziende.

E ancora, lo staff, le persone, vero elemento differenziante di un’azienda.

Philip Kotler, accolto come una celebrity, si è generosamente concesso per foto e autografi anche di testi e volumi sui quali, moltissimi dei presenti, hanno studiato negli anni dell’Università.